Secondo di cinque fratelli, Grisham è nato nel 1955 a Jonesboro, Arkansas, in una modesta famiglia del sud. Suo padre ha lavorato come opera...

Secondo di cinque fratelli, Grisham è nato nel 1955 a Jonesboro, Arkansas, in una modesta famiglia del sud. Suo padre ha lavorato come operaio edile e coltivatore del cotone. Dopo essersi spostati spesso, la famiglia si è trasferita nel 1967 nella piccola città di Southaven, Mississippi.

Consigliato dalla madre, il giovane Grisham divenne un avido lettore, influenzato particolarmente dal lavoro di John Steinbeck di cui ammirava la chiarezza.

Mentre studiava alla Mississippi State University, Grisham cominciò a tenere un diario, una pratica che successivamente lo ha aiutato nelle sue attività creative. Dopo aver conseguito la laurea in legge nel 1981, ha esercitato la professione di avvocato nella piccola città Southaven per quasi un decennio.

Nel 1983 venne eletto per i Democratici alla Camera dei Rappresentanti del Mississippi, dove resterà fino al 1990 pur continuando la sua professione di avvocato. Nel suo tempo libero, e come hobby, Grisham cominciò a lavorare al suo primo romanzo, nel quale esplorava cosa sarebbe accaduto se il padre di una ragazza stuprata avesse assassinato i suoi aggressori. Nel 1987, dopo tre anni di lavoro, la sua opera prima, A Time to Kill (Il momento di uccidere), venne completata. Inizialmente rifiutata da diversi editori, venne infine accettata dalla Wynwood Press, che lo pubblicò nel giugno 1988 con una tiratura di sole 5.000 copie.

Appena finito di scrivere Il momento di uccidere, Grisham iniziò subito un nuovo romanzo. Il socio fu il settimo romanzo più venduto del 1991. La rivista statunitense Publishers Weekly dichiarò Grisham: "Lo scrittore maggiormente venduto degli anni novanta", con un totale di 60.742.289 copie.

I suoi romanzi sono definiti legal thriller, riprendono molto dalla sua esperienza di avvocato e sono stati oggetto di numerose versioni cinematografiche.

-->


Bibliografia.

* 1989 - Il momento di uccidere (A Time to Kill).
* 1991 - Il socio (The Firm).
* 1992 - Il rapporto Pelican (The Pelican Brief).
* 1993 - Il cliente (The Client).
* 1994 - L'appello (The Chamber).
* 1995 - L'uomo della pioggia (The Rainmaker).
* 1996 - La giuria (The Runaway Jury).
* 1997 - Il partner (The Partner).
* 1998 - L'avvocato di strada (The Street Lawyer).
* 1999 - Il testamento (The Testament).
* 2000 - I confratelli (The Brethren).
* 2001 - La casa dipinta (A Painted House).
* 2001 - Fuga dal Natale (Skipping Christmas).
* 2002 - La convocazione (The Summons).
* 2003 - Il re dei torti (The King of Torts).
* 2003 - L'allenatore (Bleachers).
* 2004 - L'ultimo giurato (The Last Juror).
* 2005 - Il broker (The Broker).
* 2006 - Innocente. Una storia vera (The Innocent Man).
* 2007 - Il professionista (Playing for Pizza).
* 2008 - Ultima sentenza (The appeal)
* 2006 - Innocente. Una storia vera (The Innocent Man)
* 2009 - Il Ricatto (The Associate).
* 2010 -Ritorno a Ford County (Ford County).
* 2010 - Io Confesso (The Confession)


Trasposizioni cinematografiche.

* Il socio (The Firm, 1993), regia di Sydney Pollack
* Il rapporto Pelican (The Pelican Brief, 1993), regia di Alan J. Pakula
* Il cliente (The Client, 1994), regia di Joel Schumacher
* Il momento di uccidere (A Time to Kill, 1996), regia di Joel Schumacher
* L'ultimo appello (The Chamber, 1996), regia di James Foley
* L'uomo della pioggia (The Rainmaker, 1997), regia di Francis Ford Coppola
* Conflitto di interessi (The Gingerbread Man, 1998)
* The Street Lawyer (2003) - film TV
* A Painted House (2003) - film TV
* La giuria (Runaway Jury, 2003), regia di Gary Fleder
* Mickey (2004)
* Fuga dal Natale (Christmas with the Kranks, 2004), regia di Joe Roth



Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Una giapponese fa tremare (di paura) Jack Nicholson e Anthony Hopkins. Se a provocarvi incubi cinematografi­ci sono Jack Terrance, l'a...

Una giapponese fa tremare (di paura) Jack Nicholson e Anthony Hopkins.

Se a provocarvi incubi cinematografi­ci sono Jack Terrance, l'allucinato scrittore di Shining interpretato da Jack Nicholson o il geli­do psicanalista canniba­le di II silenzio degli inno­centi portato sullo scher­mo da Anthony Hop­kins, tremate: i critici del Times, che hanno re­datto una classifica dei «10 film più psicopatici» del cinema, relegano questi personaggi «so­lo» al secondo e al terzo posto.

Di peggio c'è Asami Yamazaki, la sadica protagonista di Auditìon, don­na bellissima, interpretata dall'ex modella Eihi Shiina, amata dagli appassionati dell'hor­ror nipponico.

La classifica prose­gue con lo yuppie Christian Bale), protagonista di American Psycho. Seguono l'ossessiva Glenn Close (Attrazione fatale} e la fanatica Kathy Bates, armata di martello, di Misery non deve morire. Ultimo, Robert Garlyle in Trainspotting. Vio­lento, ma un po' troppo buono.

1. Eihi Shiina
Audition
2. Jack Nicholson
Shinning


3. Anthony Hopkins
Il silenzio degli innocenti

4. Christian Bale
American Psicho


5. Glenn Glose
Attrazione fatale


6. Robert Mitchum
Cape Fear (Il Promontorio della Paura)





7. Kathy Bates

Misery non deve morire

8. Joe Pesci
Quei bravi ragazzi

9. Bette Davis
Che fine ha fatto Baby JaNE?


10. Robert Carlyle
Trainspotting






Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Random Posts

Archivio

follow us in feedly Segnala Feed WebShake – spettacolo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Aggregatore di blog FeedelissimoItalian Bloggers Blog ItalianiAggregatore